BLOG

  • EleonoraCorio

Rio2016 - news #2

Photo by: A. Bizzi

Mercoledì 10 agosto 2016, Rio de Janeiro. La corsa di Arianna Errigo al podio del fioretto femminile per le Olimpiadi di Rio termina agli ottavi di finale.

“La lunga giornata del fioretto!": così era stata denominata dalla nostra Cecilia Morini l’importante serie di incontri che hanno impegnato le schermitrici della medesima specialità in questo mercoledì.

A incontri conclusi, Cecilia ci confida: “avrei voluto dire altro, ma non ho paura di bere al calice amaro della sconfitta. Mi sento orgogliosa di condividerlo con una persona che è una campionessa dentro”.

E aggiunge: “il fatto che oggi non sia venuto fuori è anche mia responsabilità, ma voglio raccontarvi una cosa: appena uscita dopo la sconfitta, Arianna si è asciugata le lacrime, mi ha visto al freddo sotto la pioggia e mi ha dato la sua tuta. Lei, in quel momento ha pensato che io sentissi freddo. La maturità con cui ha accettato la sconfitta mi riconferma quello che pensavo: era pronta e matura.

Nella vita si fanno errori e, a volte, si fanno nei momenti più importanti. Nessuno ne è immune. E a ogni caduta si impara qualcosa di più. Tutti i grandi campioni hanno fallito ma ciò che li ha caratterizzati è stata la loro capacità di rialzarsi. Spesso non siamo noi a decidere quando sarà il nostro momento. Ma se si è vincenti dentro, prima o poi arriverà, anche nel momento meno aspettato. Grazie Arianna, grazie per aver avuto fiducia in me”.